Banca agraria Bruno & C.

Asti (AT)

Data di costituzione: 25 novembre 1925

Data di incorporazione: 1 luglio 1971

Asti (AT)

Altre denominazioni

  • Banca agraria di depositi e prestiti Scassa, Appiano, Bruno & C. [25 novembre 1925]
  • Banca agraria di depositi e prestiti Bruno, Scassa & C. [1935]
  • Banca agraria di depositi e prestiti Bruno & C. [1938]
  • Banca agraria Bruno & C. [1953]

Fondata il 25 novembre 1925, la Banca agraria di depositi e prestiti Scassa, Appiano, Bruno & C., con sede in Asti, ha dipendenza anche a Montechiaro e a Mombercelli. Nel corso dei decenni più volte modifica la ragione sociale, fino al cambiamento definitivo del 1953 (Banca agraria Bruno & C.). A partire dagli anni '50 del XX secolo, ha filiali in diversi paesi dell'Astigiano e del Torinese: Antignano, Buttigliera, Castagnole Monferrato, Cisterna, Ferrere, Mombercelli, Mongardino, Montechiaro, Portacomaro, Quarto d'Asti, San Martino Alfieri e Scurzolengo. Nel 1962 da società in accomandita semplice la banca diventa una Società per azioni, aumentando il proprio capitale sociale (nel 1966, da 100 milioni a 200 milioni di lire; successivamente, tale capitale viene portato a 350 milioni di lire). Il 1° luglio 1971 la Banca cessa di esistere, venendo incorporata dalla Cassa di risparmio di Asti, che ne assorbe anche tutte le filiali.


Sede legale

  • Asti (AT)

Capitale sociale

  • [1966] 200 milioni Lire italiane

Fonti archivistiche

  • ASBI - Archivio storico Banca d'Italia (Roma)
    Fondo Banca d'Italia, sottofondo Vigilanza (1926-1961)

Fonti bibliografiche

  • ABI, Annuario delle aziende di credito e finanziarie, dal 1921 al 1993 (1964-1965, Roma, 1965)

Autore: Carlo Bazzani | Ultima modifica: 15 dicembre 2022