Banca Commerciale Chiavarese

Chiavari (GE)

Data di costituzione: 22 novembre 1871

Data di fallimento: 1876

Chiavari (GE)

Altre denominazioni

  • Banca Chiavarese [22 novembre 1871] - [Rogito Giovanni Battista Devoti]
  • Banca Commerciale Chiavarese [7 gennaio 1872]

La Banca Chiavarese viene costituita il 22 novembre 1871, successivamente il 7 gennaio 1872 muta il nome in Banca Commerciale Chiavarese e viene autorizzata con Regio Decreto del 13 gennaio 1873. Gli scopi della banca sono quelli di sostenere lo sviluppo delle imprese del territorio chiavarese, che in quel periodo stanno godendo di un momento di espansione. Inoltre la banca si propone anche operazioni extra-bancarie, come la gestione di appalti di lavori. Si tratta di una società anonima con capitale nominale di 625.000 lire. La banca appartiene al copioso movimento delle fondazioni di istituti creditizi che pervade nel triennio 1871-73 la Liguria (con 43 nuove istituzioni). La Banca chiude nel 1876 per fallimento e la causa per bancarotta fraudolenta prosegue per alcuni anni.


Sede legale

  • Chiavari (GE)

Capitale sociale

  • [22 novembre 1871] 625.000 Lire italiane

Forma giuridica

  • [22 novembre 1871] Società per azioni

Categoria bancaria

  • [22 novembre 1871] Società ordinaria di credito

Fonti bibliografiche

  • Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, 1861-1946 (anno 1872 (parte supplementare, serie 2, volume XII, dal n. 192 al 501 bis))
  • La Giurisprudenza. Collezione di sentenze della corte d'appello di Torino e di altri corti e tribunali, 1864-1930 (1887 (volume 24, Torino 1887, Tipografia Legale, p. 759).)
  • Guida generale delle due provincie di Genova e Porto Maurizio. Anno 1873-74, Ticozzi Luigi, Milano, Tipografia e stereotipia della “guida generale d’Italia”, 1874

Autore: Luciano Maffi | Ultima modifica: 23 dicembre 2022