Banca Agricola Commerciale Novarese

Novara (NO)

Data di costituzione: 21 novembre 1920

Data di incorporazione: 20 marzo 1947

Novara (NO)

Fondata a Novara nel novembre 1920 la Società anonima Banca agricola commerciale novarese aveva un capitale iniziale di 2 milioni e azioni vendute a 100 lire l'una. Sono soci: l'ing Cesare Carnevale (presidente), il cav. Michele Zignone, il rag. Ambrogio Adami, il march. avv. Tomaso Malanima, il geom. Giovanni Taroppio, il cav. Giovanni Battista Primatesta. La natura fortemente locale dell'istituto e la categoria a cui si rivolgeva, quella degli agricoltori, erano fattori che ne minarono la crescita e quindi la stessa esistenza. La raccolta di credito limitata alla sola piazza novarese e la natura precipuamente fondiaria del credito elargito, se da una parte stringeva il rapporto con la comunità agraria, dall'altro finì per legare eccessivamente la banca stessa all'andamento del mercato agricolo. Di fatto la formazione del risparmio era condizionata dalla capacità degli agricoltori di fare profitto, il quale era connesso all'aumento dei prezzi all'ingrosso. Oltre a quanto detto, concorse a segnarne il declino, a seguito della crisi della capacità di accumulo, il venir meno del suo mandato. Di fatto dopo la metà degli anni Venti iniziò a contrarsi la capacità creditizia e l'appetibilità tra i nuovi soci, dato dal continuo diminuire dei dividendi agli azionisti. Le difficoltà economiche della banca la costrinsero a limitare al solo territorio attorno a Novara il suo agire e a ridurre il numero degli sportelli, ai quali subentrò la Popolare.
La Banca Agricola Commerciale mantenne l'attività a favore degli agricoltori sino alla primavera del 1947 quando fu messa in liquidazione. Fu incorporata dalla Banca Nazionale dell'Agricoltura la quale si trovò ad assumersi le passività, ma soprattutto a gestire i 4 milioni di lire di capitale sociale ancora a disposizione della banca.


Numero del tribunale: NO 583

Sede legale

  • Novara (NO)

Capitale sociale

  • [21 novembre 1920] 1.000.000 Lire italiane
  • [29 marzo 1931] 2.000.000 Lire italiane
  • [7 settembre 1941] 4.000.000 Lire italiane

Forma giuridica

  • [21 novembre 1920] Società anonima

Categoria bancaria

  • [21 novembre 1920] Società ordinaria di credito

Fonti archivistiche

  • ASBI - Archivio storico Banca d'Italia (Roma)
    Fondo Banca d'Italia, sottofondo Vigilanza (1926-1961)
    pratica 1294, f.1
  • Camera di Commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte - sede di Novara (Novara)
    Camera di commercio di Novara, Registro imprese - Fascicoli
    Registro n. 6

Fonti bibliografiche

  • Gozzini Umberto, Dizionario delle banche, banchieri e casse di risparmio d'Italia, Ancona, Stab. Tipografico del commercio, 1924

Autore: Giacomo Lorandi | Ultima modifica: 19 dicembre 2022