Vagnone fratelli banchieri

Torino (TO)

Data di costituzione: 1839

Data di cessazione: [27 giugno 1930]

Torino (TO)

Banca privata nata nel 1839 a Torino per iniziativa della famiglia Vagnone (fratelli Mario e Gustavo), impegnata in commercio di seta e corami e nel ramo industriale. Alla morte di Gustavo (1919), ultimo fondatore ancora in vita, la società passa a Uberto, Luigi, Giuseppe e Mario, che si occupano, quasi totalmente, del commercio di bozzoli, sacrificando l'attività bancaria.
Nel 1928 si registra una perdita di bilancio, che viene momentaneamente sanata attraverso l'immissione in cassa di 100 azioni della Società anonima Cascami Seta. Nel 1929 ha un capitale sociale di 60.000 lire e un bilancio nuovamente in perdita, tanto da richiedere l'uso dei fondi di riserva. Il 27 giugno 1930 la società veniva risolta “dati i tempi attuali e la crisi che travaglia il settore serico”.


Sede legale

  • Torino (TO) [via dei Mille n. 16]

Capitale sociale

  • [1929] 60.000 Lire italiane

Forma giuridica

  • [1839] Società di fatto

Categoria bancaria

  • [1839] Ditta bancaria

Fonti bibliografiche

  • ABI, Annuario delle banche e banchieri d'Italia, dal 1921 (?) (1929, p. 1051)
  • Gozzini Umberto, Dizionario delle banche, banchieri e casse di risparmio d'Italia, Ancona, Stab. Tipografico del commercio, 1924

Autore: Carlo Bazzani | Ultima modifica: 22 dicembre 2022