Banca Reale S.p.a.

Torino (TO)

Data di costituzione: 11 maggio 1999

Torino (TO)
In attività

Banca Reale S.p.a. nasce l'11 maggio 1999 (autorizzata dalla Banca d'Italia il 24 dicembre 1999) per iniziativa del Reale Group (impegnano in campo assicurartivo, immobiliare e bancario), per il quale funge da istituto di credito. La sede legale è a Torino (prima in corso Vittorio Emanuele n. 101 e, dal 2005, in corso Giuseppe Siccardi n. 13). Ha avviato la propria operatività il 1° gennaio 2000, con un capitale sociale fissato in 30 milioni di euro (a oggi non si è mai provveduto ad aumentarlo). L'oggetto sociale è la "raccolta e la gestione del risparmio e l'esercizio del credito nelle sue varie forme, nonché ogni altra attività finanziaria" (Reale Group, "Modello di organizzazione, gestione e controllo", 2021, p. 8). Essa non fa parte di alcun gruppo bancario, non è quotata su mercati regolamentati ed è controllata, per il 95%, dalla Società Reale Mutua di Assicurazioni e, per il 5%, da Italiana Assicurazioni S.p.a., quest'ultima controllata da Società Reale Mutua di Assicurazioni. Presidente del Consiglio di amministrazione è Iti Mihalich (oggi è Luigi Lana), mentre la direzione generale è affidata a Massimo Luvié. Inizialmente la Banca offre servizi esclusivamente agli assicurati del gruppo, ma, successivamente, apre le proprie filiali a qualsiasi tipologia di cliente. Tali servizi riguardano i privati, i professionisti e le imprese, spaziando dalla gestione della liquidità, agli investimenti, ai finanziamenti e ai mutui. La stessa natura della Banca permette che le attività possano combinarsi con ogni tipologia di prodotti che riguardano Reale Group. Oltre alla sede torinese, e ad altre due filiali ivi presenti, fino al 2012 esistono le succursali a Borsosesia (VC) e a Milano. Più recenti sono le filiali di Bologna, Legnano, Parma, Roma, Udine e Verona.
Indagando l'andamento, nonché le politiche di attivo e passivo e i dati relativi agli utili, è possibile osservare un'evoluzione altalenante, su cui certamente grava la crisi finanziaria del 2008. Di seguito i dati relativi agli anni 2006-2020.
2006: 8,9 milioni di € (utile netto), 333.101.731 € (attivo/passivo), 41,2 milioni di € (patrimonio netto, +27,48% sul 2005).
2007: 3,6 milioni di € (utile netto, -59,6%), 367.063.618 € (attivo/passivo), 44,5 milioni di € (patrimonio netto, +8,3%).
2008: 0,5 milioni di € (utile netto, -84,8%), 492.707.697 € (attivo/passivo), 42,4 milioni di € (patrimonio netto, -4,9%).
2009: 3,4 milioni di € (utile netto, +521,3%), 398.508.469 € (attivo/passivo), 46,4 milioni di € (patrimonio netto, +9,3%).
2010: 47.000 € (utile netto, -98,6%), 446.155.968 € (attivo/passivo), 44,8 milioni di € (patrimonio netto, -3,5%).
2011: 1,9 milioni di € (utile netto), 518.567.870 € (attivo/passivo), 41,6 milioni di € (patrimonio netto, -7,1%).
2012: 3,1 milioni di € (utile netto, +58%), 600.261.773 € (attivo/passivo), 52,9 milioni di € (patrimonio netto, +27,2%).
2013: 2,5 milioni di € (utile netto, -18,4%), 562.025.671 € (attivo/passivo), 58,5 milioni di € (patrimonio netto, +10,6%).
2014: 4,6 milioni di € (utile netto, +82,3%), 599.059.183 € (attivo/passivo), 64,1 milioni di € (patrimonio netto, +9,6%).
2015: 2,1 milioni di € (utile netto, -54,6%), 693.425.640 € (attivo/passivo), 61,8 milioni di € (patrimonio netto, -3,6%).
2016: 1,8 milioni di € (utile netto, -12,7%), 802.962.217 € (attivo/passivo), 60,3 milioni di € (patrimonio netto, -2,5%).
2017: 1,4 milioni di € (utile netto, -23%), 774.980.572 € (attivo/passivo), 60,3 milioni di € (patrimonio netto).
2018: 1,6 milioni di € (utile netto, +12,1%), 890.315.174 € (attivo/passivo), 59,4 milioni di € (patrimonio netto, -1,4%).
2019: 2,8 milioni di € (utile netto, +79,8%), 982.325.140 € (attivo/passivo), 65,8 milioni di € (patrimonio netto, +10,8%).
2020: 3,5 milioni di € (utile netto, +22,5%), 1.182.217.074 € (attivo/passivo), 70,9 milioni di € (patrimonio netto, +7,8%).
L'ultimo esercizio, riferito al 2021, registra un utile netto in crescita, a 6,5 milioni di euro. In costante aumento, inoltre, è il numero dei dipendenti: una cinquantina al momento della fondazione, mentre a oggi sono 169 (5 dirigenti, 10 quadri direttivi di 3° e 4° livello e 25 di 1° e 2° livello). Per quanto riguarda la linea azionaria, la Banca ha una gestione attiva del patriomonio investito. Gli investimenti riguardano i principali mercati azionari a livello globale (Europa, Nord e Sud America, Asia e altri Paesi come Arabia Saudita, Indonesia e Nigeria). Il benchmark è così composto: 10% obbligazionario euro aggregate, 10% obbligazionario US aggregate, 40% azionario europeo, 25% azionario Nord America, 15% azionario in mercati emergenti. Diversi sono i legami con altri soggetti di natura bancaria e finanziaria, come Avvera S.p.a. (gruppo Credem), Fiditalia, Finpiemonte, Arg. Intermediazioni S.r.l.
La banca risulta in attività (ottobre 2022).


Numero del tribunale: TO 15068

Sede legale

  • Torino (TO) [corso Giuseppe Siccardi n. 13]
  • Torino (TO) [corso Vittorio Emanuele n. 101 (sede legale fino al 2015)]

Capitale sociale

  • [11 maggio 1999] 30.000.000,00 Euro

Forma giuridica

  • [11 maggio 1999] Società per azioni

Categoria bancaria

  • [11 maggio 1999] Ditta bancaria

Fonti bibliografiche

  • ABI, Annuario delle banche e banchieri d'Italia, dal 1921 (?) (2021)

Autore: Carlo Bazzani | Ultima modifica: 21 dicembre 2022