Banca Popolare di Ciriè e Valli di Lanzo

Ciriè (TO); Torino (TO)

Data di costituzione: 7 aprile 1920

Data di scioglimento: 10 gennaio 1939

Ciriè (TO); Torino (TO)

Il 7 aprile 1920, venne costituita la Banca Popolare di Ciriè e Valli di Lanzo con sede in via Stampatori n. 21 a Ciriè. L'obiettivo dei soci fondatori, tra cui l'ingegner Vittorio Diatto e la Banca Popolare Canavesana, era quello di creare una società che concorresse - come recitava lo Statuto sociale - "al sempre maggior sviluppo del credito agrario, commerciale e industriale della Regione con speciale riguardo per i Consorzi agrari, per le Casse rurali, per le Cooperative in genere, per le Associazioni di mutua assicurazione e soccorso, per le Opere Pie...". Fin dai primi anni di attività, la banca conobbe un certa crescita sostenuta tramite l'apertura di diverse agenzie sul territorio - Caselle Torinese, Chialamberto, San Maurizio Canavese, Nole e Balangero - compresa la filiale di Torino in piazza Emanuele Filiberto. A questo buon momento, tuttavia, ne seguì un secondo di segno diametralmente opposto. Sul finire del decennio, infatti, la banca venne coinvolta in diversi dissesti di aziende locali. A dare il colpo di grazia fu però il crollo dell'azienda automobilistica Itala a cui la banca era strettamente legata. Nella sua relazione il commissario giudiziale incaricato dal Tribunale evidenziò un'esposizione superiore ai 2 milioni di lire cui si aggiungeva un immobilizzo di circa 8. Vista la situazione, nel corso di "un'animata e pittoresca assemblea" svoltasi all'inizio del febbraio 1930, le centinaia di creditori per la "gran parte valligiani e agricoltori" approvò la proposta di concordato preventivo, primo passo verso la liquidazione della banca poi chiusa nel gennaio del 1939.


Sede legale

  • Ciriè (TO)
  • Torino (TO) [(dal 3 luglio 1936) corso Duca di Genova n. 45]

Capitale sociale

  • [7 aprile 1920] 250.000 Lire italiane
  • [1 dicembre 1920] 500.000 Lire italiane
  • [26 settembre 1921] 1.000.000 Lire italiane

Forma giuridica

  • [1920] Società anonima

Categoria bancaria

  • [1920] Banca popolare

Fonti archivistiche

  • Archivio di Stato di Torino (Torino)
    Archivio storico La Stampa
    28 giugno 1922, p. 4; 9 febbraio 1930, p. 2
  • Camera di Commercio di Torino (Torino)
    Camera di commercio di Torino, Registro Ditte - serie Registri
    Registro n. 6 (da n. 49694 a n. 55783)

Fonti bibliografiche

  • Vogelsang Edmondo, Annuario delle banche italiane, Guida statistico-monografica della industria Bancaria, 1920-21, Napoli, Stab . Tip . Federico Sangiovanni & Figlio, 1920 (p. 417)
  • ABI, Annuario delle banche e banchieri d'Italia, dal 1921 (?) (1926-1927, Roma, 1927, p. 997)

Autore: Geoffrey Pizzorni | Ultima modifica: 21 dicembre 2022