Banca Popolare di Castellazzo Bormida

Castellazzo Bormida (AL)

Data di costituzione: 7 novembre 1872

Data di incorporazione: 1955

Castellazzo Bormida (AL)

Fondata nel 1872 a Castellazzo Bormida, che rimase unica sede della banca, ebbe tra i suoi fondatori l'élite sociale ed economica del paese e il primo presidente fuFrancesco Gilardenghi. Il capitale sociale iniziale era di 300.000 lire diviso in azioni da 25 lire ciascuna. Benché ebbe sempre un bacino d'utenza limitato, in un contesto prevalentemente agricolo e con una forte concorrenza di altri istituti, navigò in buone acque sino alla fine degli anni Quaranta. Quindi ci fu un progressivo rallentamento delle operazioni e della raccolta che, nonostante i tentativi di ricapitalizzazione, portarono verso la chiusura. Cessò la sua attività nel 1955 incorporata dalla Banca Popolare di Novara.


Sede legale

  • Castellazzo Bormida (AL)

Capitale sociale

  • [1872] 300.000 Lire italiane

Forma giuridica

  • [7 novembre 1872] Società anonima cooperativa

Categoria bancaria

  • [7 novembre 1872] Banca popolare

Fonti archivistiche

  • Camera di commercio di Alessandria e Asti - sede di Alessandria (Alessandria)
    Cancelleria commerciale del Tribunale di Alessandria - Registro delle società commerciali

Fonti bibliografiche

  • ABI, Annuario delle aziende di credito e finanziarie, dal 1921 al 1993
  • Banche e sviluppo economico nel Piemonte meridionale in epoca contemporanea. Dallo Statuto albertino alla caduta del fascismo, 1848-1943, Bermond Claudio (a cura di), Torino, Centro Studi Piemontesi, 2001

Autore: Giacomo Lorandi | Ultima modifica: 23 dicembre 2022