Banca della Valle d'Aosta S.p.a.

Aosta (AO)

Data di costituzione: 1990

Data di incorporazione: 2003

Aosta (AO)

La Banca della Valle d'Aosta S.p.a. nasce, nel 1990, per iniziativa della Regione a statuto autonomo, che ne detiene la maggioranza azionaria. L'operazione viene approvata con la Legge regionale del 23 dicembre 1989 (v. fonti sotto - Gazzetta Ufficiale). La sede legale è ad Aosta (piazza Arco d'Augusto n. 10) e il presidente del Consiglio di amministrazione è Silvano Giansoldati. Il fondo di dotazione iniziale è di 25.000.000.000 lire. La Banca, oltre alla propria sede, ha una serie di succursali locate soprattutto nella parte meridionale della Regione Valle d'Aosta. L'Istituto di credito subisce un aumento di capitale sociale nel 1997 (46.250.000.000 lire) e una diminuzione nel 2000 (33.041.000.000). Al momento della sua dissoluzione (presidente del Consiglio di amministrazione è Paolo Ruffino), il fondo di dotazione è di 17.064.000 euro. Nel dicembre 2003 la Banca della Valle d'Aosta S.p.a. è incorporata dalla BCC Valdostana.


Numero del tribunale: Aosta 6138

Sede legale

  • Aosta (AO) [piazza Arco d'Augusto n. 10]

Capitale sociale

  • [1991] 25.000.000.000 Lire italiane
  • [1997] 46.250.000.000 Lire italiane
  • [2000] 33.041.000.000 Euro
  • [2002] 17.064.000 Euro

Forma giuridica

  • [1990] Società per azioni

Categoria bancaria

  • [1990] Ditta bancaria

Fonti bibliografiche

  • Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, dal 1946 (4 agosto 1990)
  • ABI, Annuario delle banche e finanziarie, dal 1994 (2000)
  • Preti Paolo, Il meglio del piccolo. L'Italia delle PMI: un modello originale di sviluppo per il paese, Milano, Egea, 2011

Autore: Carlo Bazzani | Ultima modifica: 01 gennaio 2023