Banca agricola cooperativa di Rivalta Bormida

Rivalta Bormida (AL)

Data di costituzione: 8 gennaio 1885

Data di incorporazione: 1926

Rivalta Bormida (AL)

Fondata nel 1885 a Rivalta Bormida come banca cooperativa orientata verso le operazione di credito verso il settore primario. Capitale iniziale di 20.000 lire. Amministrata per tutto il periodo di attività da Eugenio Bruni. Pochi i soci: nel 1924 erano 93, e ancora meno partecipano alla vita dell'istituto. Sede e filiale a Rivolta Bormida (AL). Garantisce sempre un rendimento del 10% circa sul capitale versato sino ad un massino di 30.700 lire. A causa di una sostanziale sottocapitalizzazione rispetto alla massa gestita e alla scarsa partecipazione, si decide nel 1926, sotto la presidenza di Giovanni Chiabrera, di essere incorporati dalla Banca Popolare Italiana e poi, dimostratasi quest'ultima troppo svantaggiosa nelle condizioni offerte, dal Credito Agricolo Provinciale, altra espressione della finanza cattolica.


Sede legale

  • Rivalta Bormida (AL)

Capitale sociale

  • [1890] 30.700 Lire italiane
  • [1910] 30.700 Lire italiane
  • [1917] 30.700 Lire italiane

Forma giuridica

  • [8 gennaio 1885] Società cooperativa

Categoria bancaria

  • [8 gennaio 1885] Banca di credito cooperativo

Fonti bibliografiche

  • Annuario d'Italia amministrativo-commerciale, 1889
  • Guida commerciale d'Italia e delle colonie italiane all'estero, Roma, 1908
  • MAIC, Le organizzazioni operaie cattoliche in Italia, Roma, Officina poligrafica italiana, 1911
  • Gozzini Umberto, Dizionario delle banche, banchieri e casse di risparmio d'Italia, Ancona, Stab. Tipografico del commercio, 1924

Autore: Giacomo Lorandi | Ultima modifica: 29 dicembre 2022